Hai i capelli bianchi, allora sei “trasandata”?

Tutti conosciamo Paola Marella, però forse la storia delle sue due ciocche bianche è meno famosa. Paola ce la racconta su Pantene.it e rivela perché sono diventate uno dei simboli di cui va più fiera.
Paola ha cominciato ad avere i primi capelli bianchi a soli 36 anni. Era il 1999 quando venne a mancare suo papà e i suoi capelli diventarono completamente bianchi in soli tre mesi.“A quei tempi i capelli bianchi erano un tabù in fatto di stile, soprattutto per le più giovani, segno di trascuratezza e di vecchiaia. Non ci pensai neanche un attimo, corsi subito ai ripari tingendoli”.

Fu in quel momento quando nacque uno degli styling più famosi della TV. Il suo parrucchiere di fiducia le propose di tenere un po’ di bianco intorno al viso. A Paola piacquero subito, ma a ai suoi amici meno… “Mi sottolineavano spesso quanto mi invecchiassero. Oggi ancora qualcuno mi chiede, ma non ti sei stufata? E io rispondo no. Mi piaccio così e molto. Tanto è vero che dal parrucchiere chiedono il mio look!”.

Paola ha imparato ben presto a non dare peso a tutte queste etichette, a non fermarsi davanti all’Hair Shaming che ci circonda e ad amarsi per com’era e come voleva essere. “I capelli argento oggi sono simbolo di bellezza, di femminilità e anche di fiducia in sè stesse” e poi aggiunge “Sono finiti i tempi in cui la donna con i capelli bianchi sembrava la fata turchina!”. D’altronde, non è ora di mettere fine ai tempi in cui una donna è giudicata sulla base della sua unicità?